locale / globale
>>>
relazioni politiche, dal quartiere al mondo
2002

> ARCHIVIO
maggio/settembre


26 agosto 2002
Niente "capelli sciolti" in tempo di guerra
E così. Donne-kamikaze che uccidono ; donne, accusate di « collaborazionismo » che vengono uccise. Rito uguale : davanti alla videocamera, una palestinese con un fazzoletto giallo sulla testa ammette di essere colpevole. Aggiunge - la tecnica ricorda i processi stalinisti - che la confessione non le è stata strappata con la forza. Iklahlas Yassin, madre di tre ragazzini, è stata abbattuta nella piazza di Tulkaren
> continua


25 agosto 2002
Mozambico: il sale del microcredito
Nel Mozambico di oggi che si appresta a festeggiare il decennale degli accordi di pace è sempre forte l’attività di cooperazione e sviluppo. Il paese non ha più bisogno di interventi di emergenza (sebbene le piogge di due anni lo abbiano messo a dura prova), quanto piuttosto di un lavoro costante e capillare che coinvolga i soggetti locali e realizzi con loro microprogetti e attività di formazione.
> continua


14 luglio 2002
La "fortuna" del Kosovo

La prima cosa che ho pensato arrivando in Kosovo (in autobus dalla Grecia, passando per la Macedonia) è stato che i suoi abitanti non se la passavano poi tanto male per aver vissuto un a guerra finita da poco tempo
> continua


8 giugno 2002
La madre del kamikaze
Tragedia palestinese
Una madre che sorride al figlio consegnandogli un fucile d'assalto: così inizia una videocassetta registrata ieri e divulgata oggi maggio 2002
> continua


8 maggio 2002
Le “martiri” palestinesi
Una tragica “emancipazione”?
Non è un fatto nuovo quello delle donne che portano la guerra impressa sul loro corpo. Tuttavia, nel conflitto in Medio Oriente che a uccidere e a farsi esplodere siano, anche, delle giovani donne, è un gesto gravido di conseguenze non solo per l’edificio simbolico dell’Islam
> continua