locale / globale
>>>
relazioni politiche, dal quartiere al mondo
2002
> maggio/
settembre

> ottobre
> novembre
> dicembre

2003
> gennaio
> febbraio
> marzo
> aprile
> maggio
> giugno
> luglio
> agosto
> settembre
> ottobre
> dicembre

2004
> gennaio
> febbraio
> marzo

> ARCHIVIO
maggio



26 maggio
Una scommessa con molti fantasmi
Non c’è nulla di particolarmente originale - per chi consideri la legge sulla procreazione assistita sbagliata - nell’aver firmato il referendum dei radicali. D’altronde, è una scelta personale, confidano molti e molte. Lo ripeto anch’io
.
> continua


21 maggio 2004
"Le donne arabe si muovono, le italiane no"
Emma Bonino: non snobbate il referendum

Qualche giorno fa i Radicali hanno ripercorso i trent’anni trascorsi dalla vittoria del referendum per confermare la legge sul divorzio. Emma Bonino ha sottolineato quanto fosse grande, allora, la volontà femminile di cambiare. E adesso, Bonino, che sensazione ha, guardando al mondo femminile italiano?
>
continua


16 maggio 2004
Ficcare il naso in Indonesia
Oltre un mese dopo le elezioni, sono stati resi noti i risultati del voto in Indonesia: ha vinto con il 21.58% il partito Golkar dell’ex dittatore Suharto, sconfiggendo quello democratico della presidente Megawati Sukarnoputri. Qualche dubbio sorge già quando trascorre tanto tempo tra le operazioni di voto e lo spoglio delle schede

> continua

16 aprile - 12 maggio 2004
La crisi a Castellammare
Solo questione di misoginia?
Intervista al sindaco di Pomigliano, Michele Caiazzo
La vicenda di Castellammare va guardata con attenzione. Perché in questo ex feudo dei Gava e poi laboratorio per il centrosinistra della Campania, 18 consiglieri si sono dimessi. Troppi perché la chiusura del laboratorio sia interpretata come esito del “cattivo“ carattere della prima cittadina, Ersilia Salvato. Oppure come un attacco misogino.

Al Sud nessun agio nei partiti
E la lista rosa di Emily fa scuola


Lista Emily per le provinciali a Napoli. Manca la firma per le candidature ma una cena alle Arcate (cinquecento euro per ognuna delle quasi duecentocinquanta persone) ha battezzato la campagna.

Ecco a voi il listone rosa. Con pepe

Allora, la lista di sole donne ci sarà. E’ l’associazione Emily a scommetterci, per le provinciali di Napoli, il prossimo 13 giugno. A suo modo, possiamo considerarla una lista civica.
Basta scorrere alcuni dei nomi: Mimma Sardella, direttrice di Palazzo Reale, Lucia Civetta, ex direttrice dell’Osservatorio vesuviano, la biologa Maria Russo, l’imprenditrice Mariolina Coppola, la cantante Francesca Rondinella, la pittrice Betty Bee. Nessuna è iscritta a un partito.
> continua










> torna in alto <